loading ...

Compagnia: ASSOCIAZIONE CULTURALE IRIDE

Indirizzo: VIA MILANO 32/C - FALCONARA MARITTIMA 60015 AN
Telefono: 0719160009
Cellulare: 3281275133
Referente: FRANCESCO PILOLLA
Indirizzo: CONTRADA COSTE DEL MOLINO 12 - POGGIO SAN MARCELLO 60030 AN
Telefono: 3333077484
immagine dello spettacolo LA TEMPESTA di William Shakespeare

LA TEMPESTA DI WILLIAM SHAKESPEARE

Genere: Commedia
LA TEMPESTA, ambientata in un'isola imprecisata del  Mediterraneo, racconta la vicenda dell'esiliato Prospero, il vero duca di Milano, che trama la vendetta e vuole  riportare sua figlia Miranda al posto che le spetta. Mentre suo fratello Antonio e la sua complice, la regina di Napoli, stanno navigando di ritorno da Cartagine, il mago invoca una tempesta che rovescia gli incolumi passeggeri sull'isola. Attraverso la magia e con l'aiuto del suo servo Ariel, spirito dell'aria, Prospero riesce a rivelare la natura bassa di Antonio, a riscattare la regina e a far innamorare e sposare sua figlia con il principe di Napoli, Ferdinando.                                                         
LA TEMPESTA è l’ultima opera scritta interamente da William                             Shakespeare ed è considerata  il lavoro che segnò l'addio alle scene del  celebre drammaturgo.  E’ probabilmente la più importante delle sue commedie, in quanto viene sintetizzato il suo pensiero e vengono trattati tutti i temi  del suo teatro. E’ la commedia della “rigenerazione dell’anima” nella quale il superamento dei conflitti risiede proprio nella capacità di rinascita morale.  Prospero è lo Shakespeare stesso che incatena nel cerchio della sua isola mostri, folletti, uomini onesti e uomini malvagi e, dopo essersi assunto la responsabilità dei propri errori, conduce le situazioni più intricate a buon fine, conciliando i contrasti e risolvendo tutto nella comprensione e nel perdono. 
 
immagine dello spettacolo ORGOGLIO E PREGIUDIZIO

ORGOGLIO E PREGIUDIZIO

Genere: Commedia
Lontana dal tracciare quadri storici o ritratti di un'epoca, Austen racconta una storia creando situazioni così universali che i 200 anni  trascorsi non si avvertono minimamente: dalle questioni sociali , ai pregiudizi, ai problemi economici, potremmo essere noi i protagonisti di questa storia. Tutto quello che scopriamo sui personaggi scaturisce dalle loro conversazioni. Anche le battute tra Darcy ed Elizabeth non sono un vuoto flirtare, ma l’evolversi emozionale della storia. Tutte le donne vorrebbero essere come Elisabeth Bennet.: una ragazza modernissima, che non ha paura di esprimere le sue opinioni; capace di ridere di se stessa e degli altri con intelligenza, coerente e leale, sempre. Tutti gli uomini vorrebbero essere come Mr Darcy: bello, ricco, generoso e vero, perché capace di ripensare ai propri errori e percorrere la propria strada. Una storia che racconta a perfezione l’animo umano, una storia attuale e coinvolgente. La Compagnia Iride ha tratto il testo dello spettacolo dal romanzo di Jane Austen, dando alla drammaturgia una struttura epistolare.
Informazioni sulla storia non presente.
Informazioni non presenti.

Scegli la regione