loading ...

Compagnia: COMPAGNIATEATRALE GIOVANNI LUCARONI

Indirizzo: VIALE XX SETTEMBRE 142 - MOGLIANO 62010 MC
Telefono: 0733/557165
Cellulare: 331/9363479
Fax: 0733/557165
Referente: PIETRO ROMAGNOLI
Indirizzo: CONTRADA CALCATICCIO 7 - MOGLIANO 62010 MC
Telefono: 335/6498497
Fax: 0733/557165
immagine dello spettacolo TUTTA COLPA DE LU VUSCIU... DELL'OZONO

TUTTA COLPA DE LU VUSCIU... DELL'OZONO

Genere: Commedia
TUTTA COLPA DE LU VUSCIU DELL’OZONO
 
Il buco dell’ozono fa discutere da anni scienziati e ricercatori di tutto il mondo: infatti alcuni credono che esso si stia allargando sempre di più, mentre altri sostengono che negli ultimi anni si stia restringendo. Gli studi si concentrano soprattutto sui rischi futuri che questo fenomeno potrà causare alla vita sulla terra. Nessuno scienziato, però, ha mai previsto l’effetto catastrofico che il buco dell’ozono è riuscito a provocare ad una “normale” famiglia  dei nostri giorni. La commedia ci farà scoprire in maniera scherzosa e divertente come la vita (già abbastanza complicata) di undici persone, alle prese con una quotidianità fatta di tecnologia, sogni e amori, ma anche di bollette da pagare, crisi del lavoro e risparmi volatilizzati, possa essere sconvolta da un fenomeno naturale. Qualunque sia l’esito finale, non preoccupatevi: è “tutta colpa de lu vusciu dell’ozono”!
immagine dello spettacolo VARBA E CAPIJI CE PENSA LI FIJI

VARBA E CAPIJI CE PENSA LI FIJI

Genere: Commedia
VARBA E CAPIJI CE PENZA LI FIJI
 
Mi capita spesso come penso anche alla maggioranza di voi, di ricordare tornando indietro nel tempo i luoghi che ci sono rimasti nel cuore perché vi abbiamo trascorso momenti divertenti allegri e spensierati. Uno di questi posti per me è il negozio del barbiere, sia perché abitavo proprio attaccato ad una barbieria e da bambino spesso ci trascorrevo i miei momenti liberi, sia perché essa rappresentava un luogo di incontro per gli uomini del paese che a turno ci passavano: c'erano i tipi caratteristici e buffi e quelli che si fermavano solo per chiacchierare o per leggere il giornale.
La barbieria diventava quindi una grande famiglia, dove i problemi personali si intrecciavano con quelli sportivi, con quelli economici e con quelli sentimentali.
La commedia è ambientata negli anni settanta e con un pizzico di nostalgia spero possiate anche voi rivivere la quotidianità di un periodo che seppur meno tecnologico e frenetico di quello attuale, regalava momenti di unità e amicizia. A portare scompiglio e vivacità contribuiranno, come spesso (e per fortuna) capita anche oggi nelle nostre famiglie, i figli.
                                                                                                                                                                Pietro Romagnoli  

"CHE CAROGNA LA CICOGNA" DI PIETRO ROMAGNOLI

Genere: Commedia
 
La Compagnia Teatrale “G. Lucaroni” nasce a Mogliano nell’estate del 1999, per volontà di un gruppo di amici che hanno in comune la passione per il teatro e la voglia di divertirsi. Studiano e approfondiscono il teatro dialettale, strizzando sempre l’occhio alla comicità che scaturisce dagli spaccati di vita contadina che spesso si trovano a rappresentare. Ciò senza trascurare di dare il giusto risalto ai valori umani e sociali che fanno da sfondo ad una realtà ormai completamente diversa da quella attuale. La compagnia sviluppa la sua attività artistico-culturale su tutto il territorio, intendendo così far conoscere linguaggio,usi,costumi e tradizioni che stanno ormai scomparendo. In questi anni la compagnia ha rappresentato “Tutto cuscì ‘mbruisamente” di Giandomenico Lisi, “Chi ce capisce è brau”di Aldo Pisani, “La pinziò” del professor Dante Cecchi, (scelta nel 2004 al termine di una settimana culturale sulle tradizioni popolari come una delle commedie dialettali maceratesi più belle) da noi rappresentata al termine della manifestazione al Teatro Lauro Rossi di Macerata con una cornice di pubblico impressionante. Nel 2003 viene messa in scena la commedia “Lu diavulu è viundu” di Giuseppe Medori con adattamento di Pietro Romagnoli, e nel 2004 dopo mesi di prove il primo testo inedito: “Lu matrimoniu a casa de Mengrè” di Pietro Romagnoli, che debutta il 13 marzo ’04 nel restaurato teatro storico di Mogliano. La commedia è un vero successo tanto che viene rappresentata in varie rassegne per ben 48 volte.(Proprio ad Agosto del 2006 ha vinto il “CHIOSTRO D’ORO” come miglior testo alla 14 rassegna interregionale di Montelparo (AP). A marzo del 2006 viene messo in scena il secondo testo inedito di Pietro Romagnoli “La campagna ‘Lettorale” e anche questo testo porta molta fortuna alla compagnia, tanto che nei restanti mesi dell’anno, la commedia viene rappresentata per 18 volte in vari comuni marchigiani. Un anno importante per la compagnia teatrale Lucaroni è comunque il 2003, perchè viene fatta l’affiliazione alla UILT e finalmente regolarizzate tutte le posizioni che ancora mancavano. Con l’aiuto dell’associazione si tengono corsi di perfezionamento oltre che agli attori, anche ai tecnici, permettendo a tutti i componenti di acquisire competenze sempre maggiori. Grazie a questi corsi nasce un rapporto di collaborazione molto stretto con il Presidente della UILT Quinto Romagnoli, che infatti partecipa alla messa in scena della commedia “La campagna ‘lettorale” collaborando alla regia. Dal 2003 alla compagnia viene affidata dal Comune di Mogliano la messa in scena della passione di Cristo, all’interno dell’antica rievocazione storico-religiosa del Venerdì Santo. Il gruppo conta ormai più di cinquanta associati, oltre alla sezione giovani, riservata a ragazzi e ragazze di età tra i quindici e venti anni, che ha debuttato a Marzo del 2005 con la commedia “Casa de campagna se venne” che ha riscosso un notevole successo di pubblico tanto che nel Marzo del 2007 coinvolgendo anche altri ragazzi che chiedevano di fare un’esperienza teatrale si è messa in scena la commedia “1982 L’Italia java al massimo... perchè nuatri no !? Testo per ragazzi scritto appositamente da Pietro Romagnoli. Con questo gruppo la compagnia si augura di avvicinare sempre di più le nuove generazioni al teatro.
Informazioni non presenti.

Scegli la regione